Prosegue il periodo positivo per chi deve stipulare un mutuo (a tutto vantaggio del mercato immobiliare) grazie a tassi che rimangono ai minimi. Nonostante i timori di qualche mese fa dovuti “all’allarme spread”, come nota l’ultimo Osservatorio mensile di MutuiOnline.it, «da fine 2018, il tasso fisso registra anzi una lenta discesa, mentre il variabile rimane sostanzialmente stabile».

Più nel dettaglio, i dati forniti dal comparatore online per il mese di febbraio registrano un tasso fisso medio dell’1,89% sui mutui a 20 e 30 anni (1,90% a gennaio) e un tasso variabile medio dello 0,88%(0,87% a gennaio). «Quello che sorprende soprattutto – si legge in una nota – è ancora una volta l’andamento di Euribor ed Eurirs: il primo, a 3 mesi, segna -0,31% da novembre, l’Irs a 20 anni segna a febbraio l’1,19% (1,30% a gennaio)».

www.ilsole24ore.com/art/casa/2019-03-14/mutui-tasso-fisso-ancora-discesa-e-calano-surroghe-125110.shtml?uuid=AB4mO1dB